II Convegno annuale dell’ANDA – Associazione Docenti AFAM

Napoli, Accademia di Belle Arti

Complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore

26-28 settembre 2024

Call for papers

Dal 26 al 28 settembre 2024, nel Complesso monumentale di San Lorenzo Maggiore a Napoli, si terrà il secondo convegno annuale dell’ANDA – Associazione Docenti AFAM. Il convegno sarà articolato in una prolusione, tre tavole rotonde, varie sessioni di relazioni libere, presentazioni di progetti di ricerca, e un numero limitato di laboratori. Le tavole rotonde verteranno sulla governance delle istituzioni AFAM, il reclutamento del personale docente alla luce delle ultime novità normative, i prodotti della ricerca e la ‘terza missione’.

Proposte

Le relazioni libere potranno riguardare qualunque argomento e ambito di ricerca inerenti le discipline insegnate nelle Istituzioni dell’Alta Formazione Artistica, Musicale e Coreutica. Ciascuna relazione dovrà avere una durata massima di venti minuti, corrispondenti a un testo di circa 12.000 caratteri spazi inclusi, e sarà seguita da dieci minuti di discussione.

Uno spazio apposito sarà riservato alla presentazione di progetti di ricerca ufficiali delle istituzioni AFAM. Ciascuna presentazione dovrà avere una durata massima di trenta minuti, corrispondenti a 18.000 caratteri spazi inclusi, e sarà seguita da 15 minuti di discussione.

Scopo dei laboratori è condividere contenuti e metodologie didattiche e di ricerca, attraverso un’interazione pratica e più informale con i colleghi interessati. Ciascun laboratorio dovrà avere la durata massima di un’ora.

Comitato scientifico

Le proposte saranno valutate dal Gruppo di lavoro per il settore Convegni dell’Associazione, composto da Tarcisio Balbo (Conservatorio di Modena; coordinatore), Ludovica Caniparoli (Accademia di Belle Arti di Napoli), Federica De Rosa (Accademia di Belle Arti di Napoli), Gloria Giordano (Accademia Nazionale di Danza), Sarah M. Iacono (Conservatorio di Salerno), Paolo Sullo (Conservatorio di Frosinone).

Scadenze

Gli abstract (uno per ogni proponente o gruppo di proponenti) vanno compilati on line entro il 15 giugno 2024, utilizzando l’apposito modulo al seguente link: https://form.jotform.com/241084355439358. L’esito della valutazione del Comitato scientifico sarà comunicato entro il 15 luglio 2024. Gli abstract delle relazioni, delle presentazioni e dei laboratori selezionati saranno pubblicati sul sito www.anda-afam.it prima del convegno, assieme ai curricula dei relatori.

Atti

È prevista la pubblicazione degli atti del convegno. Le relazioni presentate saranno sottoposte a peer review, e quelle che supereranno il processo di revisione verranno pubblicate in formato elettronico con licenza open access, a cura della stessa Associazione, con proprio codice ISBN o DOI.

Iscrizione

La partecipazione al convegno è libera. Ai soli relatori è richiesta una quota d’iscrizione di 20 € come contributo alle spese organizzative sostenute dall’Associazione, da versare entro quindici giorni dall’accettazione della proposta con bonifico bancario intestato a:

ANDA – Associazione Docenti AFAM

IBAN:     IT06Q0326803200052508820310

Banca Sella, succursale di Roma Piazza Poli 38/41.

Causale: Convegno ANDA 2024 – [nome e cognome del relatore]

Per i relatori che sono docenti AFAM, la quota comprende l’iscrizione all’ANDA per l’anno 2024. I membri già in regola con la quota associativa sono esentati da quella d’iscrizione al convegno.

__________________________________________

ANDA
Associazione Docenti AFAM

 

L’ANDA, Associazione Docenti AFAM, per Statuto non è un sindacato ma un’associazione di professori con i seguenti scopi statutari:

1) rappresentare e tutelare sul piano professionale e culturale i docenti dell’Alta Formazione Artistica Musicale (AFAM), al fine di migliorarne le condizioni professionali, giuridiche ed economiche e il prestigio sociale;

2) valorizzare la formazione AFAM in tutti i livelli, dalla selezione iniziale all’abilitazione, dal reclutamento a tempo determinato o indeterminato alla progressione di carriera, e promuovere lo stato economico e giuridico universitario dei professori che valorizzi la loro professionalità;

3) contribuire ad affermare la dimensione europea della ricerca artistica favorendo lo scambio di idee ed esperienze e il confronto tra i diversi modelli organizzativi;

4) promuovere l’organizzazione di iniziative volte ad estendere le conoscenze professionali dei docenti e a favorirne il perfezionamento professionale e culturale;

5) tutelare gli interessi etico-morali, professionali, giuridico-normativi ed economici, singoli e collettivi degli associati, attraverso l’organizzazione di iniziative culturali;

6) promuovere la didattica, la formazione e la cultura in ambito artistico.